Blog sull'emozione del Vino

 


Toffoli: Colli di Conegliano DOCG Refrontolo passito 2012

 

 
Overview
 

Cantina: TOFFOLI Società Agricola S.S.
 
Nome: Colli di Conegliano DOCG Refrontolo passito
 
Annata: 2012
 
Uvaggio: 100 % Marzemino ( terreno limoso-argilloso a 200 m.sl.m., esposizione sud-est/sud-ovest, allevamento a sylvoz, selezione e raccolta manuale delle uve in cassette forate e conservazione in apposito locale aerato ove avviene il lento appassimento fino a metà-fine gennaio; - diraspatura e pigiatura delle uve; - macerazione delle bucce a contatto col mosto, per un periodo minimo di 15 giorni in cisterne di acciaio inox a temperatura stagionale, con valori attorno allo zero; - avvio della fermentazione con innalzamento controllato della temperatura. La fermentazione si prolunga poi per diversi mesi, fino al naturale raggiungimento dell’equilibrio tra alcolicità e dolcezza; - spremitura con pressa pneumatica e illimpidimento statico a freddo
 
Gradazione: 14,00g
 
Provenienza: TOFFOLI Società Agricola S.S. - Via Liberazione, 26 - 31020 Refrontolo - Treviso - Italy - ph: +39 0438.978204 - fax: +39 0438.894240 - email: info@proseccotoffoli.it
 
Prezzo medio: circa dai 15,00 ai 18,00 euro
 
Colore
7.5


 
Profumo
7.2


 
Gusto
7.7


 
Emozione
7.5


 
Bevibilità
7.5


 
Punteggio finale
7.5
7.5/10


Valutazione utenti
nessuna valutazione

 

Aspetti positivi


Colore: rubino intenso, impenetrabile con riflessi cremesi luminosi; Profumo: confettura prugna, cannella, te rosso, pepe nero, raffinato; Gusto: testa ampia in apertura, con corpo di struttura, suppur passito presenta un'acidità che riporta ad un'interessante freschezza, confettura di prugna e marasca, zucche in armonia e non invasivi, coda lunghissima media, abbastanza diritta con toni di marasca sotto spirito, pepe nero, cannella. EMOZIONE: PASSITO RAFFINATO DAL GRANDE EQUILIBRIO ZUCCHERINO


In breve...

Il Marzemino vitigno di lontane origini, conosciuto in Veneto anche con i sinonimi di Bassamino, Berzamino e Barzemin e  da cui probabilmento in seguito avrebbe ampliato la propria diffusione in Lombardia, Emilia, Friuli e Trentino. A  metà del cinquecento  Marzemino era uno dei vini più apprezzati tra le famiglie nobili, ed è proprio il Marzemino […]

0
Pubblicato 30 Giugno 2019 da

 
Full Article
 
 
Il Marzemino vitigno di lontane origini, conosciuto in Veneto anche con i sinonimi di Bassamino, Berzamino e Barzemin e  da cui probabilmento in seguito avrebbe ampliato la propria diffusione in Lombardia, Emilia, Friuli e Trentino.

A  metà del cinquecento  Marzemino era uno dei vini più apprezzati tra le famiglie nobili, ed è proprio il Marzemino che viene citato nel secondo atto della famosa opera “Don Giovanni” di Mozart, con la frase “Versa il vino! Eccellente Marzimino!”. La citazione è un implicito riferimento a quello trevigiano probabilmente dolce o amabile, gusto che all’epoca spopolava , in particolare nelle terre del nord europa, del resto anche oggi troviamo molti vini amabili in quelle terre. Meno attribuibile sarebbe la versione che lo vuole provenire dalle terre trentine. Prova finale di una diatriba mai risolta è l’origine del testo dell’opera di Mozart eseguito da Lorenzo Da Ponte, autore del libretto dell’opera mozartiana, vissuto da giovane proprio su queste colline.Oggi il vitigno trevigiano è conosciuto come Marzemino di Refrontolo, dal quale viene prodotto il “Refrontolo Passito”, ed è la tecnica dell’appassimento che lo differenzia da tutti gli altri Marzemini, rendendolo unico e ricercato  in una zona vocata per i vini bianchi.

Il Refrontolo Passito lo troviamo all’interno della DOC Colli di Conegliano (dal 2011 DOCG) in un’area molto limitata dei comuni di Refrontolo, Pieve di Soligo e San Pietro di Feletto. Le uve Marzemino vengono vendemmiate in ottobre, devono essere minimo il 95% e pedel 09-02-2012r il restante 5% possono concorrere quelle a bacca rossa, non aromatiche, raccomandate o autorizzate per la provincia di Treviso. Successivamente i grappoli vengono posizionati sui tradizionali graticci ad appassire fino alla settimana di Natale per poter raggiungere un titolo alcolometrico minimo di 14 gradi. La resa massima delle uve in vino non deve essere superiore al 45%. Alla vinificazione segue la maturazione in piccole botti di rovere con vari travasi fino a renderlo limpido e poterlo imbottigliare in primavera. Un affinamento in bottiglia di almeno tre mesi precede l’immissione in commercio che non può avvenire prima del 1° marzo successivo alla vendemmia.

Per questo vino troviamo una  trentina di aziende per una produzione annua di circa 160.000 bottiglie da 0,75cl.

EMOZIONE: PASSITO RAFFINATO DAL GRANDE EQUILIBRIO ZUCCHERINO

Degustazione: in cantina 26-06-2019 -con uno dei Titolari – Gabriele Toffoli-


Marzio Dal Toso

 


0 Comments



Commenta per primo!


Rispondi


(required)