Blog sull'emozione del Vino

 


Filosofia

 

Ben arrivati nell’INDOVINO,

blog sul mondo dei vini che non vuole avere le pretese tecniche e descrittive che ritroviamo in siti gestiti da associazioni  specifiche, ma vuole creare una cultura più vicina alla Gente del Vino nella propria essenza principale : l’Esperienza Emozionale.

Si vuole rompere con i normali schemi ed impostazioni rigide, che negli anni scorsi hanno sicuramente formato una cultura del bere senza pari nei secoli, evolvendo il concetto tecnico in esperienza unica e soggettiva, libera di esaltare le proprie emozioni, nel massimo rispetto di chi il vino non lo beve solamente, ma lo produce, vivendolo con fatica negli alti e bassi delle varie stagioni (annate).

Per questo si è pensato di dare pochi e precisi parametri per descrivere un vino entro uno scrigno (calice), tassativamente in cristallo vocato a contenere un prezioso tesoro sempre unico ed inimitabile.

Il Colore: elemento che si valuterà nella sua bellezza, luminosità e tonalità in senso assoluto, che esso sia di un vino bianco o rosso; questo perché il colore ha mille sfumature e riflessi e la sua appagante bellezza è presente, come in un quadro, anche in un Pinot nero o Tai Rosso.

Il Profumo: componente che si valuterà nella sua piacevolezza, ricchezza olfattiva e privazione di sgradevoli odori sia naturali che non.

Il Gusto: si valuterà in modo più ampio del normale, nella sua struttura intera, partendo dalla “testa” (partenza in bocca), al suo “corpo” (apertura del vino assaporandolo in bocca, espressione della sua struttura, ampiezza e complessità gustativa), alla sua “coda” (la lunghezza di persistenza che il vino lascia in bocca dopo la deglutizione), per giungere alla chiusura (come il vino scompare dalla bocca dopo la deglutizione e che sensazioni lascia). Il tutto possiamo immaginarlo come il corpo di un Tursiope.

L’Emozione: nuovo parametro inedito ma fondamentale, che il mondo tecnico del vino ha tralasciato, che va oltre il buono o cattivo; erroneamente lo correliamo spesso ad un’etichetta blasonata ed ad un prezzo elevato, ma che sempre più spesso non corrisponde alla realtà. L’Emozione che il grande vino deve trasmettere e farci cambiar umore in una brutta giornata, è ridonarci il sorriso sempre più raro nei nostri volti; è IL sentimento che pervadendoci deve ancora stupirci profondamente facendoci sognare!

La Bevibilità: altro parametro sottovalutato dai critici è la scorrevolezza di un vino nel palato, la voglia di berne ancora, cosa che spesso grandi vini non hanno e per questo restano per anni negli scaffali in attesa di per poter essere stappati per Eventi unici, ma che purtroppo, molte volte, non arrivano mai! Parametro, che a nostro parere, dovrebbe necessariamente essere preso in considerazione dai produttori, e dai consumatori poiché marker principe nelle vendite di mercato. Il Prosecco ne è indiscutibilmente l’esempio più lampante al mondo!

A nostro avviso la ricchezza tipologica dei vini, è così vasta, che non riteniamo opportuno di paragonare un rosso con un bianco, un metodo classico con un metodo charmat, ma nemmeno una zona tipica specifica con un’altra, come un Barolo delle Langhe con un Brunello di Montalcino o un Franciacorta con uno Champagne!

A questo, si aggiungano recensioni su cantine, degustazioni ed eventi sul vino che sempre più circondano gli “eno appassionati” o come dicono i Britannici “Wine Lovers”.

Premetto che le cantine vengono visitate senza preavviso, ce ne scusiamo vivamente con i produttori che a volte sono dispiaciuti o seccati per l’improvvisazione, ma è il nostro modo per essere trattati come uno di voi, che si reca in cantina senza privilegi ne cerimoniali a volte fuorvianti nei giudizi.

Gli indici di recensione sono volti sia al consumatore che al produttore, cercando, con un giudizio in decimi che parte da un minimo di 5.0/10.0 ad un massimo di 10.0/10.0, correlato da una breve descrizione, volta a comunicare ad entrambe come vediamo, troviamo, percepiamo ed apprezziamo il vino degustato.

Precisiamo che i vini recensiti presentano sempre un’annata in etichetta, ed il nostro giudizio verte esclusivamente su quell’annata assagiata nella precisa data di degustazione evidenziata nella scheda.

Altra novità particolare del sito è la possibilità, anche per VOI, di votare un vino già recensito, in modo da affiancare il nostro giudizio a quello vostro. Potete anche comunicare con noi, dandoci informazioni, suggerimenti o vostre opinioni, sempre nel rispetto reciproco ed in particolare dei produttori che tanta fatica ed impegno ci mettono per regalarci un calice di vino che a volte riesce ed a volte purtroppo no.

Vogliamo specificare che le recensioni non vogliono giudicare in senso assoluto, ma sono puramente indicative e criticabili costruttivamente, in quanto ogni uomo ha una percezione e visione delle cose del tutto personale e profondamente rispettabile.

Grazie per averci visitato e… BUONA EMOZIONE A TUTTI!

L’IndoVino